Next Gems:Borsa, a Milano con Next Gems la investor conference torna fisica: per il 70% delle micro cap italiane è opportunità strategica

01/12/2021

Si è chiusa con un successo la seconda edizione di Next Gems, Investor Conference organizzata da Virgilio IR e T.W.I.N, che nelle giornate di lunedì 29 e martedì 30 novembre a Milano ha fatto incontrare a Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana aperta a un evento fisico per la prima volta dall’inizio della pandemia, circa 120 investitori istituzionali e 39 “gemme”, aziende quotate con capitalizzazione inferiore ai 100 milioni di euro rappresentative dell’eccellenza del Made in Italy.

Proprio format fisico è stato la novità più apprezzata di questa edizione della conference per esplicita ammissione delle aziende partecipanti che, attraverso un sondaggio realizzato da T.W.I.N, hanno evidenziato come l’incontro di persona con gli operatori finanziari favorisca «empatia e la costruzione di relazioni di valore, consentendo una comunicazione più efficace dei messaggi strategici». Un giudizio condiviso all’unanimità dalle “gemme”, che hanno specificato come nel 70% dei casi il dialogo in presenza sia fondamentale, in particolare, per la ricerca di nuovi fondi.

I numeri del sondaggio – Una azienda su tre ha trovato in Next Gems un’occasione per aumentare la liquidità del titolo e una su cinque ha scelto l’evento per ricerca di visibilità. Molto importante la presenza alla manifestazione di una nutrita rappresentanza di investitori internazionali: meno della metà delle quotate presenti, infatti, dichiara di aver avuto contatti con fondi non italiani nel periodo successivo alla quotazione, nonostante il 75% di esse intrattenga un dialogo costante con il mercato finanziario e oltre il 60% abbia partecipato regolarmente a equity conference in fase post IPO. L’attenzione verso l’estero è confermata anche dalle piazze verso cui si concentrano i maggiori interesse del Made in Italy: almeno 4 aziende su 5 puntano ai mercati europei, con una particolare predilezione (superiore al 60%) per Parigi, il 40% per Francoforte e, in misura nettamente inferiore (30%) verso Londra. Milano è invece il target dichiarato per il 37% delle società.

I numeri della conference – Complessivamente le 39 quotate partecipanti a Next Gems hanno preso parte nel corso dei due giorni a quasi 570 meeting, organizzati con 120 investitori istituzionali, di cui il 35% proveniente da case di investimento estere. I broker / coordinators che hanno contribuito ad organizzare gli incontri sono: Alantra, Banca Akros, Banca Finnat, Cfo Sim, Envent Capital Markets, Integrae SIM S.p.A., Intermonte, KT&Partners, Mediobanca, Value Track. Per garantire visibilità alla manifestazione, inoltre, sono stati stipulati accordi di media partnership con sette testate di settore, Sole 24 Ore, Advisor, Alliance News, Dealflower, Italia Informa, ItalyPost, Market Insight, e nel press corner allestito a Palazzo Mezzanotte sono state coordinate nelle due giornate quasi 40 interviste, sia in presenza, che da remoto.

«Next Gems nasce per essere una investor conference fisica, ma avendo esordito in piena pandemia lo scorso anno ha dovuto adattarsi organizzando meeting virtuali  – spiegano gli organizzatori, Mara Di Giorgio di T.W.I.N e Pietro Barbi di Virgilio IR – Gli incontri dello scorso anno, tuttavia, sono stati una preziosa rampa di lancio, per presentare al mercato aziende piccole, ma eccellenti, che a distanza di dodici mesi hanno accresciuto la propria reputazione sui mercati assieme alla capacità di dialogo con la comunità finanziaria. Questo, d’altra parte, è il principale obiettivo di Next Gems, che punta a dare visibilità a quelle eccellenze del Made in Italy, per dimensioni meno appariscenti, favorendo anche un processo di community tra le stesse: il format fisico, in tal senso, permette agli imprenditori di confrontarsi, di conoscersi, di imparare l’uno dall’altro le modalità di dialogo con gli investitori e di trasmettere l’importanza di migliorare i propri strumenti di comunicazione per essere più competitivi sui mercati».