Cherry Bank:Piano di Sostenibilità 2023-2025 Cherry Bank: Inclusione, welfare aziendale e politiche green i pilastri

21/02/2023

Padova, 21 Febbraio 2023 – Proseguendo il percorso avviato l’anno scorso con la formulazione delle linee di indirizzo ESG riportate nel Piano industriale 2022-24, Cherry Bank ha redatto il Primo Piano di Sostenibilità 2023-25.

Esso comprende diverse iniziative, fra cui l’intenzione della Banca di aderire ai “Principles for Responsible Banking” delle Nazioni Unite, il framework per un sistema bancario sostenibile.

Il primo Piano di Sostenibilità per il biennio 2023-25 si sviluppa su alcune priorità strategiche:

  • Attenzione alla parità di genere
  • Utilizzo di pratiche sostenibili
  • Welfare interno e formazione

il tutto in un’ottica di tutela ambientale nel rispetto della propria corporate social responsibility e con in primo piano i concetti di “diversity & inclusion”, “work-life balance” e “carbon neutrality”.

«Sono tre i pilastri di impegno sostenibile scelti da Cherry Bank: “Cherries”, “Cherry Planet” e “Cherry Core – spiega Raffaella Tessari, CFO di Cherry Bank – al loro interno diamo primaria importanza al concetto di “diversity & inclusion” oltre che al sostegno alla genitorialità e all’imprenditoria. La nostra volontà è quella di essere una banca sostenibile che possa essere vista come guida nella transizione energetica e ambientale aiutando i nostri clienti attraverso un costante supporto finanziario e all’offerta di un portafoglio di servizi “green”. Basti pensare che nel 2022 abbiamo consentito alle famiglie di ottenere pronta liquidità per il rinnovamento ed efficientamento delle loro abitazioni intermediando crediti fiscali per un valore pari a oltre 1 miliardo di euro, ponendoci dunque come un trait d’union fra le famiglie e gli istituti con grandi disponibilità di plafond fiscali ».

«Nelle prossime settimane Cherry Bank pubblicherà, insieme alla Relazione finanziaria annuale, anche il Bilancio di Sostenibilità – conclude Tessari – un altro passo avanti nel percorso che abbiamo intrapreso. Un atto non obbligatorio, ma per noi doveroso per dimostrare alle nostre risorse e a tutti i nostri stakeholder l’impegno a 360 gradi della nostra Banca nell’ambito della tutela delle persone, dei clienti e dell’ambiente che ci circonda».

In Allegati il comunicato stampa integrale.